MITTELEUROPA

 

Itinerario di 12 giorni/11 notti

3 notti a Vienna, 2 notti a Budapest,

2 notti a Praga, 4 a Berlino

Trattamento di pernott. e prima colazione.

 

Primo giorno

Partenza per Vienna con volo di linea da Milano. Trasferimento in hotel. Pomeriggio giro a bordo del Ring Tram di Vienna per ammirane l'antico splendore imperiale. Cena libera. Pernottamento.

Secondo giorno

Prima colazione in albergo. Giornata dedicata alla visita ai luoghi più importanti del centro della città con visita alle meravigliose stanze decorate del palazzo di Schönbrunn. Cena libera. Pernottamento.

Terzo giorno

Prima colazione in albergo. Trasferimento in stazione e partenza per Budapest. Arrivo, sistemazione in Hotel. Pomeriggio a disposizione per un giro della città. Pernottamento.

Quinto giorno

Prima colazione in Hotel. Mattinata dedicata alla visita guidata di tutti i principali luoghi di interesse, dal Castello Reale alla Piazza degli Eroi. Pranzo libero.
In serata una romantica cena in crociera lungo il Danubio, con meravigliosi panorami dal fiume. Pernottamento.

Sesto giorno

Prima colazione in albergo. Trasferimento in stazione e partenza per Praga. Arrivo, sistemazione in Hotel. Pomeriggio a disposizione per un giro della città. Pernottamento.

Settimo giorno

Prima colazione in albergo. Intera giornata di visita guidata della città: il castello di Praga, la Città Nuova e la Città Vecchia, la piazza di San Venceslao; a seguire una crociera fluviale con pranzo lungo la Moldava. Pomeriggio a disposizione. Pernottamento.

Ottavo giorno

Prima colazione in albergo. Trasferimento in stazione e partenza per Berlino. Arrivo, sistemazione in Hotel. Pomeriggio a disposizione per un giro della città. Cena sulla Torre TV da cui godere una vista unica.

Pernottamento.

Nono giorno

Prima colazione in albergo. Mattina dedicata al tour a piedi ideale per visitare tutti i maggiori siti storici.

Pranzo libero. Pernottamento.

Decimo giorno

Prima colazione in albergo. In mattinata tour della Berlino del '900 per rivivere 

l´atmosfera unica che si respirava durante i folli e dorati anni ´20, per poi passare ai luoghi della repressione nazista. Pranzo libero. Pernottamento.

Undicesimo giorno

Dopo la prima colazione, mattinata libera.

Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e rientro in Italia.

In treno alla scoperta delle grandi città imperiali protagoniste della turbolenta storia dell'Europa Centrale. Quattro grandi città asburgiche e prussiane, capitali di altrettanti grandi regni diventate oggi tra le più importanti destinazioni turistiche d'Europa, veri tesori di arte e cultura.

Questa viaggio comincia da Vienna, una città cui grandiosità rispecchiava un tempo la supremazia dell'impero asburgico. Grandiosa, opulenta, imperiale ma anche moderna, all’avanguardia, creativa. Vienna è una città dalle molteplici personalità. Patria della Principessa Sissi, con lo storico castello di Schönbrunn, la Cattedrale di Santo Stefano e la Cripta dei Cappuccini, ma anche meta di tendenza, creativa e festaiola. Una città che non finisce mai di stupire, dove è facile trovare edifici monumentali e palazzi storici accanto a torri di vetro e costruzioni sbilenche. Impregnata di musica classica e culturalmente brillante (il MuseumsQuartier è uno dei dieci complessi museali più grandi del mondo) ha nel contempo una vivacissima vita notturna (con più di 5.000 locali) e ben  280 parchi e giardini imperiali. In continua evoluzione tra tradizione e modernità anche la “Vienna gustosa“: vino, ristoranti di tendenza, piatti tipici e sperimentazioni gastronomiche rendono la capitale austriaca una continua sorpresa. Non stupisce, allora, che una ricerca internazionale del 2010 l’abbia piazzata al primo posto tra le città con la più alta qualità della vita al mondo. Da Vienna il viaggio prosegue per la perla del Danubio, Budapest.  La città è un insieme di realtà distinte, capaci però di integrarsi alla perfezione. Nata ufficialmente nel 1873, con la fusione delle cittadine di Buda e di Pest, la capitale ungherese si presenta come una città vitale, ma anche signorile e imponente, memore del suo passato mitteleuropeo. Il suo immenso patrimonio culturale le ha fatto guadagnare il soprannome di Parigi dell’Est, che le calza a pennello, anche per l’atmosfera fin de siècle che si respira lungo i suoi ampi viali costeggiati da parchi lussureggianti e intervallati dalle rinomate terme cittadine (i bagni turchi risalgono addirittura a 400 anni fa). Buda, con il cuore storico costituito dal quartiere del Palazzo Reale, Patrimonio Mondiale dell’Unesco, veglia su Pest che giace ai suoi piedi ed è più moderna e trafficata, affollata di negozi, hotel e ristoranti. In mezzo a Buda e a Pest scorre il Danubio, sul quale sorge l’Isola Margherita, meta ideale degli amanti dello sport, delle passeggiate e dei bagni termali. Più defilata, ma altrettanto attraente, è Obuda, dove sorse il primo insediamento romano nel 35 a.C.: ora è il punto di riferimento per i gourmet di tutto il mondo grazie ai suoi famosi ristoranti.

Poche sono le che città possono vantare il fascino di Praga, penultima tappa di questo itinerario. I suoi monumenti e la sua storia, le atmosfere della sua città vecchia e del centro storico, protetto dall’Unesco; le note che salgono dai violini dei musicisti sul ponte Carlo, che si lasciano ascoltare mentre lo sguardo corre in basso, verso Mal á Strana, l’incantevole “città piccola” sulla sponda sinistra della Moldava e ai piedi della collina del castello. Tutto contribuisce a creare la sua magia. Le antiche dimore trasformate in locali suggestivi dove bere un bicchiere di birra ceca, l’orologio astronomico che a ogni ora diventa lo spettacolo più ambito per centinaia di visitatori in piedi davanti alla torre ad aspettare che si apra ed esca il carosello di personaggi che poi tornano a nascondersi dietro le lancette per un’altra ora. Ma anche il quartiere ebraico che porta indietro nel tempo e le cui pietre sembrano parlare dai muri delle sinagoghe, lungo i vialetti angusti del cimitero, dove le tombe si accumulano le une sulle altre. Praga è l’immagine poetica del passato, ma è anche una città che si muove velocemente nel futuro come Berlino, l'ultima tappa della nostra Mitteleuropa. Dimenticate la Berlino di un tempo, grigia, piena di pesanti memorie, punto di rottura tra due mondi opposti. Dopo la caduta del Muro la città tedesca ha vissuto uno sviluppo sorprendente e da vero e proprio cantiere a cielo aperto si è trasformata nel simbolo della rinascita tedesca. Oggi è una delle capitali dell’architettura contemporanea (con strutture firmate da Renzo Piano, Frank O.Gehry e Norman Foster), centro di avanguardia e sperimentazione per giovani creativi, con un’attenzione sempre più prioritaria alla qualità e ai piaceri della vita. Le più recenti costruzioni dalla cupola di vetro sul Parlamento al Jüdisches Museum si integrano amabilmente con il patrimonio culturale della capitale, che conta numerosi capolavori (dai tesori della collezione egizia all’Altare di Pergamo) e celebri monumenti (come la Porta di Brandeburgo, il Reichstag e il Castello di Charlottenburg). Una città, insomma, in continuo mutamento, con una tendenza cosmopolita e innovatrice che non si ferma all’arte: che si tratti di  cibo, shopping o vita notturna, il segreto della nuova Berlino sta proprio nel rimanere se stessa pur cambiando continuamente

Non perdete questo appuntamento con la storia, capace di guardare al futuro senza voltare le spalle al proprio passato.

InTreno di 1000MONDI SAS Pavia

P.iva 02358310189 Aut. Prov. Pv 716/2011